Samarkand Summer School (6th edition)

maggio 10, 2011

L’ASIAC (Italian Society for Central Asian and Caucasian Studies) organizza anche quest’anno la Samarkand Summer School, dal 13 agosto al 10 settembre. Scadenza per la presentazione delle domande: 15 maggio 2011.
Scarica il bando con informazioni e dettagli per l’iscrizione.

Annunci

Ripensare il terrorismo. Dalla repressione alla prevenzione: tecnologia, strategie militari, riordino degli assetti giuridici e riflessione autoidentitaria per uno sforzo interculturale e transnazionale di superamento del terrorismo.

settembre 17, 2010

Bologna Circolo Ufficiali, via Marsala 12

11- 15 ottobre 2010

visualizza/scarica il programma della Summer School

Storia del terrorismo; il terrorismo in Italia e il terrorismo internazionale; le religioni e i riflessi sul terrorismo; aspetti psicologici e sociologici del terrorismo; la gestione degli eventi critici; la tecnologia di supporto per la prevenzione e del contrasto. Il terrorismo da circa un decennio domina l’immaginario collettivo delle nostre società, assorbe risorse economiche, ci costringe a modificare attraverso le varianti del sapere giurisprudenziale le nostre convinzioni in materie di tipologie criminali, tutela dei diritti individuali, dei diritti alla difesa e delle stesse tipologie d’azione della PG in fase istruttoria. Sino ad ora, sotto la spinta di una emergenza continua, mutevole, continuamente riemergente in aree e con aspetti nuovi ci si è concentrati su di una proposta repressiva, spesso nella convinzione di colpire i centri strutturati del terrorismo il più lontano possibile dallo spazio occidentale; questa sembra in fondo, la ratio di interventi più o meno mirati dal Medio Oriente al sud est asiatico, e tesi però anche ai cosiddetti santuari africani. Questo approccio allo stato attuale sembra solo aver delocalizzato il focus delle principali componenti terroristiche: il conflitto afghano si è rapidamente trasformato nella destabilizzazione del vicino Pakistan; lo Yemen, dopo molti anni, è di nuovo al centro dell’attenzione internazionale; la Somalia si è rivelata un’area assai più pericolosa del vicino Sudan, almeno in termini di supporto logistico al terrorismo.

Per informazioni: segreteria@isiaora.it Tel. 349 8770890

Programma:

Lunedì 11 ottobre 2010
10:00 Saluti delle Autorità Militari.
Prof. Antonio Panaino (Università di Bologna – IsIAO, Direttore della Scuola): Introduzione ai lavori.
10:30 Prof. Alessio Piccirilli (Ministero degli Affari Esteri – DG Cooperazione Politica Multilaterale): Geopolitica del terrorismo.
14:00 Dott. Antonio Albanese (giornalista): Media e terrorismo.
15:00 Dott. Stefano Felician: Terrorismo ed armi di distruzione di massa.
Discussione Lezioni Piccirilli, Albanese e Felician

Martedì 12 ottobre 2010
10:30 Dott. Matteo Bressan: Hezbollah: dalle origini al nuovo manifesto politico.
14:00 Prof. Fabio Martelli (Università di Bologna): Evoluzione dello stato moderno: dal diritto di resistenza al terrorismo.
15:00 Prof. Marino Cavallo (Università di Bologna): Sociologia dell’emarginazione e terrorismo.
Discussione Lezioni Bressan, Martelli e Cavallo

Mercoledì 13 ottobre 2010
10:30 Dott. Giovanni Benenati (Università di Bologna): I Paesi Arabi del Vicino Oriente e i movimenti terroristici presenti nella Regione. Situazione attuale e relazione con i Paesi Mediterranei.
12:00 Dott. Antonio Di Ruzza (Direzione Centrale Polizia di Prevenzione): Genesi e sviluppo della lotta armata in Italia. Le brigate rosse: nascita, struttura ed evoluzione.
Discussione Lezioni Benenati e Di Ruzza.
14:00 Dott. Paolo Ciarrocchi (Cariparma Servizio antiriciclaggio): Le norme antiriciclaggio
15:00 Dott. Antonio Ciabattini-Leonardi (giornalista): Le premesse della questione Medio-Orientale
Discussione Lezioni Ciarrocchi e Ciabattini

Giovedì 14 ottobre 2010
10:30 Dott. Paolo Ognibene (IsIAO): La destabilizzazione del Caucaso Settentrionale.
11:30 Dott. Daniele Guizzo (Università di Venezia): Lineamenti di storia politica dell’Afghanistan.
Discussione Lezioni Ognibene e Guizzo.
14:00 Prof. Massimo Andretta (Università di Bologna): Nuove minacce del terrorismo internazionale: l’eco terrorismo ed il terrorismo chimico-biologico.
Discussione Lezione Andretta

Venerdì 15 ottobre 2010
10:00 Gen. D. Giacomo Guarnera (Direttore CeMiSS): Homeland Security.
11:00 Col. Antonio Capponi (Presidenza Consiglio dei Ministri. Ufficio del Consigliere Militare): Organizzazione Nazionale per la Gestione delle Crisi.
12:00 Dott. Roberto Faccani (Protezione Civile Bassa Romagna): Lotta al terrorismo in Patria: ruolo e potenzialità della Polizia Locale.
Discussione Lezioni Guarnera, Capponi e Faccani.
14:00 Avv. Livio Garavaldi: Complessità giuridiche legate al terrorismo ed alle nuove forme di conflittualità interne ed internazionali.
15:00 Dott. Nicola Gallo (Questura di Ravenna) – Antonio Marotta (Questura di Bologna): Analisi di un caso pratico e della relativa indagine di Polizia giudiziaria.
16:00 Prof. Yuri Stoyanov (SOAS, London): The Russian and the other Orthodox Churches and Military vis-à-vis the Challenge of Islamic Radicalism.
Discussione Lezioni Garavaldi, Gallo e Stoyanov.
17:30 Sen. Gen. Luigi Ramponi (Presidente del Cestudis) – Prof. Fabio Martelli (Università di Bologna): Conclusioni, prova finale e consegna attestati.

Le seguenti lezioni verranno trasmesse agli iscritti per via telematica:
La guerra fredda, l’ONU, la NATO, il Patto di Varsavia, il Comecon, la Comunità Economica Europea, la Conferenza sulla Sicurezza e la Cooperazione Europea, evoluzione post Guerra Fredda, la NATO e l’UEO, i rapporti NATO-Russia, lo scacchiere delle vie energetiche, il terrorismo economico energetico, la minaccia terroristica “non convenzionale”, le premesse della questione Medio-Orientale, le FA dell’ONU, quale futuro per la NATO, linee di politica estera nel futuro della NATO, il ruolo e la riforma dell’ONU: posizioni in America e in Europa, Storia del terrorismo, il radicalismo islamico, cultura e radicalismo islamico, i temi della sicurezza, le complessità giuridiche legate al terrorismo, illecito finanziamento del terrorismo, normativa  antiriciclaggio,  media  e  terrorismo,  prassi  terroristiche  e/o diritto alla resistenza, riflessioni sui modelli di in/compatibilità identitaria in una prospettiva di lungo termine, gli attacchi kamikaze: dall’ispirazione all’azione, il terrorismo contemporaneo: lineamenti generali, il travaglio della definizione, descrizione funzionale del fenomeno terroristico, strutture e dinamiche del fenomeno terroristico, terrorismo ed armi di distruzione di massa, Hezbollah: dalle origini al nuovo manifesto politico, genesi e sviluppo della lotta armata in Italia, le brigate rosse, nascita, struttura ed evoluzione, lineamenti di storia politica dell’Afghanistan, le misure antiterrorismo e le forme di cooperazione internazionale, Homeland Security e le infrastrutture critiche, le tecnologie per il contrasto e/o il supporto investigativo.

Quota di iscrizione: Euro 50,00 (Cinquanta/00)

Pagamento bonifico: UNIVERSITA’ DI BOLOGNA POLO SCIENTIFICO-DIDATTICO DI RAVENNA UNICREDIT BANCA – Sede di Ravenna
IBAN: IT35B0200813120000001483045 Causale di pagamento: Summer School: Ripensare il terrorismo

Informazioni e iscrizioni: segreteria@isiaora.it Tel: 349/8770890 Fax: 0544/936717



“Secolarizzazione e/o teologizzazione della politica”. Programma della Summer School

maggio 11, 2010

[programma della summer school.pdf]
[materiali didattici: GaravaldiIl tema della sicurezzaL’eco-terrorismoLezione del 19 maggio]


Summer School: Secolarizzazione e/o teologizzazione della politica

aprile 13, 2010

Secolarizzazione e/o teologizzazione della politica: radicalismi religiosi e processi di disgregazione socio-culturale nel contesto della globalizzazione.
Ravenna, Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, via Mariani 5
16-22 maggio 2010

[depliant dell’iniziativa]
[modulo di iscrizione]
[programma della summer school]
[materiali didattici: Garavaldi; Il tema della sicurezza; L’eco-terrorismo; Lezione del 19 maggio]

All’interno del fenomeno della globalizzazione la rinascita di forti identità religiose è sembrata cogliere di sorpresa gli studiosi propensi invece ad immaginare la continuazione di un modello da secoli linea di tendenza egemonica in Occidente e poi nei Paesi extraeuropei. In particolare per cogliere un nesso tra i fenomeni di destrutturazione sociale e l’articolazione di modelli culturali in cui il fenomeno religioso, concepito in forme radicali sostituisce e riassume le ordinarie declinazioni politiche economiche ed educative del pensiero. Da qui una riarticolazione simbolica di tutti i salienti identitari: il significato del passato e dunque dei Beni Culturali, quello delle aggregazioni geopolitiche, quello delle prassi di gestione militare e mediatizzazione dei conflitti. Ci si propone inoltre di evidenziare le variazioni che il pensiero giuridico, specie in materia dei Diritti umani ha conosciuto in ragione di tali dinamiche.

Teaching objectives
Il corso mira a fornire a studenti e operatori del settore una approfondita conoscenza delle problematiche legate all’oggetto del corso.

Target group and prerequisites for admission
I corsi sono rivolti a studenti, operatori delle forze di Polizia e Militari. La selezione dei partecipanti è sulla base del CV.

General information
Lezioni frontali in lingua italiana.

Credits and evaluation
4 CFU

Admission and fee
Tassa di iscrizione euro 50,00. Massimo 50 posti Pagamento BANK TRANSFER TO: UNIVERSITÀ DI BOLOGNA POLO SCIENTIFICO-DIDATTICO DI RAVENNA – Via Baccarini, 27 – 48100 Ravenna Bank Code UNICREDIT BANCA – Sede di Ravenna IBAN: IT35B0200813120000001483045 BIC SWIFT: UNCRIT2BRMO Causale di pagamento: Summer School secolarizzazione e/o teologizzazione della politica. Scadenza per l’ìiscrizione: 2 settimane prima dell’inizio dei corsi.

Accommodation and meals
A carico dei partecipanti.

Sponsors
Sponsors: da definire

Management: Fondazione Flaminia, Ravenna (Registrazione): Dott.ssa Cinzia Cortesi. Tel: 0544-34345 (master@fondazioneflaminia.it)

Organisation
Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali e IsIAO ER
Proponente: Prof. Fabio Martelli.
Direttori: Prof. Antonio Panaino, Prof. Fabio Martelli.
Comitato scientifico: Antonio Panaino, Fabio Martelli, Nicola Gallo, Libero Traglia.
Tutor: Dr. Paolo Ognibene (segreteria@isiaora.it)

PROGRAMMA DELLA SUMMER SCHOOL
Lunedì 17 maggio, DISMEC, via degli Ariani 1, sala conferenze III piano
ore 9.30: saluti delle autorità
ore 10.00 Antonio Panaino, introduzione al corso
ore 10.30
Pausa caffè
ore 11.00 Col. Zubani
: Iraq: dall’operazione “Antica Babilonia” alla “Nato Training Mission”, l’impegno dell’arma dei Carabinieri a difesa del patrimonio storico-culturale della culla della civiltà
ore 15.00 Prof. Stoyanov
: Theologizing Russian Politics: Radical and Moderate Antisecularist Trends in modern Russian Orthodoxy and their War Doctrines
ore 16.00 Prof Martelli
: Radici giuridiche della risposta al terrorismo: lo stato d’eccezione

Martedì 18 maggio, DISMEC, via degli Ariani 1, sala conferenze III piano
ore 10.00 Prof. Benenati: Radicalismi religiosi e processi di disgregazione socio-culturale nel contesto della globalizzazione nel mondo arabo
ore 11.00 Questore  Dalla Rocca: Venezia città globale: come garantirne l’ordine e la sicurezza pubblica
ore 12.00 Prof. Tommasi: Radicalismo religioso e terrorismo in Cecenia
ore 15.00 Mag. Gallo: Eguaglianza e diversità culturali e religiose: quale criterio per la convivenza?
ore 17.00 Prof. Dalla Vigna: Il terrorismo come atto simbolico

Mercoledì 19 maggio, DISMEC, via degli Ariani 1, sala conferenze III piano
ore 10.00 On Bielli: La legge di riforma dei servizi di intelligence italiani + L’evoluzione del terrorismo di destra e sinistra nel nostro paese
ore 15.00 Prof. Prodi: Come l’Occidente ha imparato a distinguere tra peccato e reato
ore 16.00 Prof. Romagnoli
: Geoeconomia delle risorse energetiche: oltre la geopolitica in Medio Oriente

Giovedì 20 maggio, Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, via Mariani 5, aula 4
ore 10.00 Avv. Garavaldi: Complessità giuridiche legate al terrorismo ed alle nuove forme di conflittualità interne e internazionali
ore 11.00 Prof. Neve: Geografia della trans-individualità: luoghi, identità, religione e tecnica  al tempo della globalizzazione
ore 12.00 Prof. Cavallo: Sociologia dell’emarginazione e terrorismo
ore 15.00 Prof. Andretta: Eco e bio-terrorismo: le nuove emergenze del terrorismo internazionale
ore 16.00 Com. Faccani
: Operazioni internazionali di pace: i rapporti con i sistemi politici, sociali, religiosi e familiari. Casi e prassi

Venerdì 21 maggio, Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, via Mariani 5, aula 4
ore 10.00 Prof.ssa Gherardi: Genesi del concetto di frontiera dell’Europa
ore 11.00 Prof. Guizzo: Un altro Islam è possibile: riformisti religiosi nell’Iran del dopo Khomeyni
ore 12.00 Gen. Godio: L’approccio italiano alle Post Conflict Operations
ore 15.00 Magg. Belogi: Geografia storica dell’Afghanistan
ore 16.00 Prof. Dondi: La prima stagione del terrorismo
ore 17.00 Col. Germi
: Fenomeni di finanziamento del terrorismo internazionale

Alla fine di ogni sessione di lezioni sarà dato spazio alla discussione delle tematiche trattate durante gli interventi dei vari relatori.


Il contributo di Raffaele Pettazzoni alla storia delle religioni

agosto 19, 2009

loghi

INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL PROGRAMME 2009

Il contributo di Raffaele Pettazzoni alla storia delle religioni

20-26 settembre 2009
Sala del Consiglio Comunale, Corso Italia 70
Biblioteca Giulio Cesare Croce, P.zza Garibaldi 7, San Giovanni in Persiceto (Bologna)

[scarica il depliant]
[scarica il programma]

3
Pettazzoni (in prima fila al centro sul primo gradino) al VII convegno internazionale di Storia delle Religioni (Amsterdam, 4-9 settembre 1950). Da Strada Maestra, 60 (1° semestre 2006).

logobiblioteca

Comitato promotore:

Wolfango Horn presidente dell’istituzione per i servizi culturali Cesare Zavattini, comune di San Giovanni in Persiceto
Mario Gandini curatore del Fondo Pettazzoni
Gloria Serrazanetti responsabile della Biblioteca Comunale G.C. Croce di San Giovanni in Persiceto

Comitato scientifico:
Dario Cosi professore di Storia delle Religioni, Università di Bologna
Gherardo Gnoli presidente della Società Italiana di Storia delle Religioni e dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente
Antonio C.D. Panaino professore di Storia religiosa dell’Iran antico, Università di Bologna

Relatori che hanno già aderito:
Domenico Accorinti, Giovanni Casadio, Nicola Cusumano, Giorgio Renato Franci, Felice Israel, Alberto Latorre, Riccardo Nanini, Cesare Rizzi, Valerio Salvatore Severino, Natale Spineto, Alberto Tampellini.

Segreteria organizzativa:
Gian Pietro Basello docente di Storia del Vicino Oriente antico, Università di Bologna
Paolo Ognibene docente di Caucasologia, Università di Bologna
c/o Biblioteca Giulio Cesare Croce
Piazza Garibaldi 7 – 40017 San Giovanni in Persiceto (BO)
Fax 051.827017 – e-mail summerschool@isiaora.it


logogoi

Cinquant’anni fa, l’8 dicembre 1959, moriva a Roma Raffaele Pettazzoni. Era nato a San Giovanni in Persiceto (Bologna) 76 anni prima, il 3 febbraio 1883. Compiuto il percorso scolastico in paese, si guadagna una borsa per proseguire gli studi a Bologna. Quel passo da bambino, con cui “Raffaeletto” oltrepassa la soglia della casa paterna ancora affacciata sulla campagna per recarsi nella grande città, sarà il primo di un lungo cammino che lo porterà nel 1905 a Roma, a sua volta base di partenza per viaggi in numerosi paesi europei. Vita e studi si intrecciano quasi inscindibilmente nella vicenda umana di Raffaele: legge, scrive e pubblica libri e articoli scientifici e di divulgazione. Con metodo e determinazione, tesse una fitta rete di rapporti personali con altri studiosi, personaggi della cultura italiana e mondiale. Le sue capacità sono riconosciute a livello internazionale. In che cosa ha eccelso, quale passione ha guidato questo promettente ragazzo persicetano?  Di lui le enciclopedie dicono che è stato un autorevole storico delle religioni. La storia delle religioni prende coscienza della pluralità delle religioni e studia le religioni non come verità mutuamente esclusive, ma come molteplicità di espressione di un bisogno dell’uomo che ha generato un’inevitabile pluralità di punti di vista, ciascuno veritiero nei limiti del sistema-mondo che si è costruito. La religione quindi non come discorso sul divino ma come espressione umana, quanto di umano è più divino ed elevato, che non può essere ignorato dalla scienza o misconosciuto da chi ha a cuore la società e il vivere civile. Come se aprissimo la Bibbia non per conoscere Dio, ma per capire meglio gli uomini che l’hanno scritta, che popolavano il suo mondo e chi oggi crede in essa.
Oggi a Raffaele Pettazzoni è dedicata a Persiceto una delle piazze più ampie del centro storico e la biblioteca pubblica del vicino centro di San Matteo della Decima. Il suo nome merita di essere ricordato anche per l’impegno civile in cui Pettazzoni concretizzò le sue ricerche scientifiche. Come studioso fu il primo ad introdurre lo studio della storia delle religioni in Italia, diventando un protagonista di questa disciplina a livello internazionale. Come uomo promosse le sue idee nella società civile, scrivendo, viaggiando e incontrando persone. Pettazzoni si battè per la laicità dello Stato: è stato presidente e promotore dell’Associazione per la Libertà Religiosa in Italia, ribadendo che la laicità dello Stato sarebbe stata garantita tanto dal pluralismo religioso quanto dalle dichiarazioni di ateismo. Credente di nessuna religione, chiedeva per ciascun uomo il diritto ad averne una. Con la speranza che le ricorrenze del tempo umano possano diventare occasioni di riflessione e conoscenza su ciò che il tempo stesso consacra come umano e universale, dal 20 al 26 settembre 2009 gli studiosi che proseguono in Italia e nel mondo l’opera di Pettazzoni si incontreranno presso la Sala del Consiglio Comunale e la Biblioteca G.C. Croce di Persiceto per discutere la ricerca di una vita e illustrare a chi non lo conosce la sua figura.

1
Pettazzoni (in basso a destra) sui banchi della Facoltà di Lettere dell’Università di Bologna nel 1901. Da Strada Maestra, 27 (2° semestre 1989).

4
Pettazzoni (a destra) a San Giovanni in Persiceto il 4 ottobre 1953. Parla di disoccupazione, miseria e analfabetismo nell’Italia di allora. Da Strada Maestra, 62 (1° semestre 2007).

2
Appunto di Pettazzoni (2 gennaio 1912). Da Strada Maestra, 36-37 (1994).

Si ringrazia: Edizioni Aspasia – Tipolitografia FD,

Cooperativa Trasporti PersicetoHotel Persic.o’s, Bed &

Breakfast Il Bucchio, Fabio Manganelli.

logo_persicos logo_cooptrasporti logo_bucchio logo_aspasia


DAL CAUCASO ALL’ASIA CENTRALE: COMPLESSITÀ ETNOCULTURALE, TENSIONI POLITICO-SOCIALI E MILITARI

aprile 4, 2009

International Summer School
Faenza, Piazza del Popolo, Sala dei Bigari
3-9 Maggio 2009

informazioni: 
FONDAZIONE FLAMINIA
http://www.fondazioneflaminia.it (Attività post-laurea)
Summer School Programme 2009 Alma Mater Studiorum, Università di Bologna
http://www.unibo.it/Portale/Offerta+formativa/default.htm

PROGRAMMA DEL CORSO

Le giornate saranno dedicate ai seguenti temi: geografia, politica dell’area caucasica; aree di crisi e di tensione internazionale nell’area caucasica; geografia politica dell’Asia Centrale ex-sovietica; etnie, religione e lingue dell’Asia Centrale; risorse economiche ed energetiche dell’area centrasiatica
e tensioni politico-militari collegate al loro sfruttamento; operazioni internazionali di peace enforcement in Afghanistan; salvaguardia delle minoranze e dei beni culturali nelle zone di combattimento. Azioni di pirateria navale ed il loro contrasto. Attività dell’Unibo in tali aree.

DESTINATARI
La summer school si rivolge a studenti, operatori delle Forze di Polizia, delle Forze Armate, Mediatori culturali, operatori di ONG, giornalisti, insegnanti delle scuole superiori, operatori economici interessati all’area (Max 50 posti).

Scadenza domanda d’iscrizione: 24 APRILE 2009

Tutti gli interessati dovranno inviare il proprio CV all’indirizzo di posta elettronica master@fondazioneflaminia.it, specificando il titolo della summer school a cui s’intende partecipare.

QUOTA D’ISCRIZIONE
€ 50,00. Include il solo materiale didattico.
Eventuali borse di studio saranno assegnate in base alla valutazione dei CV dei candidati.

SCADENZA PAGAMENTO: 30 APRILE 2009
È necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario secondo le modalità riportate di seguito:

Bonifico Bancario in favore di:
UNIVERSITÀ DI BOLOGNA
POLO SCIENTIFICO-DIDATTICO DI RAVENNA
Via Baccarini, 27 – 48100 Ravenna

Coordinate Bancarie
UNICREDIT BANCA -Sede di Ravenna
IBAN: IT35B0200813120000001483045
BIC SWIFT: UNCRIT2BRMO

Causale Pagamento: SUMMER SCHOOL FAENZA 2009

PROGRAMMA DIDATTICO
L’attività didattica sarà articolata in lezioni frontali, workshop e discussioni.
Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.
Interverranno, tra gli altri:
Prof. Antonio Panaino, Prof. Maurizio Tosi, Prof. Daniele Guizzo, Prof. Giovanni Benenati, Prof. Pierfrancesco Callieri, Prof. Aldo Ferrari, Gen. Libero Traglia, Col. Angelo Palmieri, Ing. Maurizio Rondoni, Prof. Alessandro Romagnoli

Direttori della Summer School:
PROF.ANTONIO PANAINO
PROF. FABIO MARTELLI

Tutor:
DR. BIRGIT COSTAZZA
Tel. +39 0544 936732 (Lunedì – Venerdì: 9.00-12.00)
E-mail: birgit@isiaora.it

Supporto organizzativo:
FONDAZIONE FLAMINIA
Via Baccarini n. 27, 48100 – Ravenna
Tel.: +39 0544 34345 / Fax: +39 0544 35650
E-mail: master@fondazioneflaminia.it


MATERIALI DIDATTICI:
D. Guizzo, Movimenti politico-sociali di ispirazione islamica nell’Asia Centrale postsovietica [.pdf, 150kb]
A. Romagnoli, AsiaCentrale, Caucaso e Mediterraneo: la via delle risorse energetiche [.ppt, 9mb]
I. Rega, Impatti della crisi economica sull’Asia Centrale [.ppt, 1.8mb]
A. Ferrari, I conflitti nel Caucaso: fattori interni e scenari internazionali [.ppt, 13mb]
Capitaneria di Porto di Ravenna, Sulla pirateria [.ppt, 6mb] 


DSCN5480

DSCN5483

DSCN5498

DSCN5485

DSCN5500

DSCN5506

IMGP3089

IMGP3106

IMGP3108


Introduction to the Ethnolinguistics of Yaghnobi

settembre 2, 2008

SUMMER SCHOOL 2008

Introduction to the Ethnolinguistics of Yaghnobi
15-26 September 2008

After the scientific expedition “Valle dello Yaghnobi” – held in August 2007 under the direction of Prof. Antonio Panaino, in harness with The Sciences Academy of Tajikistan – the Department of History and Methodology for the Conservation and Restoration of Cultural Heritage organises a Summer School that will retrieve and go along those experiences. The School aims at approaching students to Yaghnobi language and culture. This edition, the second one (the first summer school was held in July 2007), is going to deal not only with knowledge of Yaghnobi culture and folklore, but also with topics such as the topography of the valley, archaeology,Tajik linguistic contaminations and the problems because of which Yaghnobi language is risking to extinguish. All these aspects have been pointed out by the 2007 mission, whose participants will attend the School and will give an account of their own experiences.

[download the flyer]

General information
The Summer School offers a full-immersion course (about 60 teaching hours) held in Russian with simultaneous translations into Italian and English. Yaghnobi language and culture classes will take place from Monday to Friday in the Conference Room of the “Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali”, third floor – via degli Ariani, 1, 48100 Ravenna.
Classes Time-table: 9,30-12,50 a.m. – 3,30-6,30 p.m.
In addition to Mirzoev’s teachings, participants could attend some seminars, scholars speaking and deepen matters concerning the life in the Yaghnobi Valley. Furthermore, one of the participants in the mission medical equipe 2007 will offer primal notions for the personal safety and care; School’s students could take part in the workshop.

Target group

Students, researchers and professionals in Iranian language, Ethnolinguistics, Indoeuropean
linguistics and dialectology and students in cultural anthropology.

Admission Criterion
Selection based on applicants’ CVs and cover letters.

How to apply
Applicants should send a CV accompanied by a cover letter to the e-mail:
master@fondazioneflaminia.it not later than September 5, 2008 (late applications may
be considered, depending on the number and eligibility of the applications already received).

DURING THE PERIOD 9-25 AUGUST, CANDIDATES HAVE TO SEND
their applications both to master@fondazioneflaminia.it and segreteria@isiaora.it.

Fee: € 250 including registration in the course and teaching materials.
Board and lodging will be in charge of participants.

Grants: 200 € each one for a maximum of 5 students.

Payment deadline:
September 12, 2008.

Bank transfer to:
UNIVERSITÀ DI BOLOGNA
POLO SCIENTIFICO-DIDATTICO DI RAVENNA
Via Baccarini, 27 – 48100 Ravenna
Bank Code
UNICREDIT BANCA – Sede di Ravenna
IBAN: IT35B0200813120000001483045
BIC SWIFT: UNCRIT2BRM0
Reason for payment: Yaghnobi 2008

All the candidates whose fee will be paid by a company/institution, must specify it and get in contact with Fondazione Flaminia before paying. Students facilities and resources: Computers, printers etc.

Credits and evaluation
At the end of the activities of the summer school, after an examination, the students will receive 5 ECTS.
The participants will be given a certificate of attendance.

Director of the Summer School:
Professor Antonio Panaino
(Dean of the Faculty for the Preservation of Cultural Heritage, University of Bologna, seat of Ravenna)

Tutor:
IsIAO
E-mail: segreteria@isiaora.it

Organisation
FONDAZIONE FLAMINIA
Via Baccarini 27 – 48100 Ravenna
Phone: +39 0544 34345 – Fax: +39 0544 35650
E-mail: master@fondazioneflaminia.it